Basilicata

 

La Basilicata può definirsi a pieno titolo una regione “da scoprire”: posizionata al margine delle principali direttrici nord-sud della Penisola, è rimasta a lungo esclusa da contaminazioni culturali ed economiche e ha conservato intatti tradizioni rurali e luoghi naturali, anche perché gran parte del territorio è montano e difficilmente accessibile.

 

In anni recenti, il turismo ha trasformato le antiche ragioni di sottosviluppo in importanti opportunità di crescita, con la valorizzazione del patrimonio naturale, agricolo, enogastronomico e culturale: sono stati istituiti i Parchi Nazionali della Val d’Agri e del Pollino, tutelati alcuni prodotti agricoli e alimentari locali, riscoperte le ricette “povere” cucina contadina; la città di Matera, con i suoi famosi “sassi” (già riconosciuti dall’UNESCO Patrimonio Materiale dell’Umanità), da simbolo di estrema povertà si accinge, nel 2019, ad essere celebrata “Capitale europea della cultura”.

 

In questo contesto, l’agriturismo, vicino proprio alle campagne, alla natura e alle località minori, offre all’ospite un punto di osservazione straordinariamente privilegiato e alle aziende agricole l’occasione di presentare le bellezze e le bontà della propria terra.

 

In Basilicata, i prodotti tipici delle coltivazioni, dell’allevamento, dell’artigianato alimentare (soprattutto vino, olio extravergine di oliva, formaggi, legumi, ortaggi, pane) che hanno ottenuto dall’UE il riconoscimento della denominazione d’origine e dell’indicazione geografica protette sono ancora relativamente pochi; molti di più sono quelli legati alla tradizione locale, generalmente reperibili in territori di limitata estensione e dunque disponibili in quantità molto ridotte.

 

In tutto, fra prodotti e vini DOP, IGP, e specialità agroalimentari tradizionali, sono più di 100 le denominazioni che offrono al turista che visita la Basilicata occasione di esperienze e itinerari del gusto.

 

I numeri dell’agriturismo in Basilicata

 

Aziende: 112 (0,5 % del totale Italia 20.897 aziende)

di cui

con alloggio : 89

con ristorazione: 78

con degustazione: 20

con altre attività (sportive, ricreative, culturali): 54

 

Posti letto totali: 1.115 (totale Italia 225.000)

di cui

in camere o abitazioni comuni: 963

in appartamenti o abitazioni indipendenti: 152

 

Piazzole sosta camper (agri-campeggio): 166

 

Posti a sedere ristorazione: 3.267 (totale Italia 407.000)

 

Aziende con alloggio per servizio offerto (*):

solo pernottamento: 30

notte e prima colazione: 7

mezza pensione: 26

pensione completa: 57

 

(*) Un’azienda agricola autorizzata all’esercizio dell’alloggio può svolgere uno o più tipi di servizio.

 

 

Attività ricreative, culturali e didattiche (n. aziende):

Con equitazione: 10

Con attività escursionistiche: 24

Con osservazioni naturalistiche: 6

Con percorsi trekking: 18

Con mountain bike: 17

Con corsi vari (es cucina, pittura, yoga, etc): 4

Con sport vari (es tennis, calcio a 5, tiro con l’arco, etc): 24

Fattorie didattiche: 61

 

Per zone altimetriche (n. aziende):

in montagna: 62 (55,3% del totale regionale)

in collina: 32 (28,6%)

in pianura: 18 (16,1%)

 

Per sesso del conduttore (n. aziende):

gestite da uomini: 48

gestite da donne: 64

 

Fonte: nostra elaborazione su dati ISTAT (ultimi pubblicati, riferiti al 2013)

Fonte fattorie didattiche: Regione Basilicata

 

 

Basilicata Siti UNESCO – Patrimonio dell’Umanità

– I Sassi e il parco delle chiese rupestri di Matera

 

Basilicata Parchi Nazionali (PN) e Regionali (PR)

PN Appennino Lucano

PN Pollino

PR Chiese Rupestri Materano

PR Gallipoli Cognato

 

Basilicata – Prodotti “food” DOP e IGP (5 DOP + 4 IGP = 9)

– Caciocavallo Silano (formaggio DOP)
– Canestrato di Moliterno (formaggio IGP)
– Pecorino di Filiano (formaggio DOP)
– Vulture (olio d’oliva DOP)
– Fagioli Bianchi di Rotonda (ortofrutta DOP)
– Fagiolo di Sarconi (ortofrutta IGP)
– Melanzana rossa di Rotonda (ortofrutta DOP)
– Peperone di Senise (ortofrutta IGP)
– Pane di Matera (pane IGP)

 

Basilicata – Strade del vino e del gusto

– Strada del Vino Aglianico del Vulture